La Cambogia in valigia, 5 libri da non perdere!

La Cambogia in valigia, 5 libri da non perdere!

I lettori più affezionati ormai se ne saranno accorti, a noi di TuttoCambogia e TuttoLaos leggere piace molto. Sdraiati di fianco alla piscina del Tamarind o sugli scomodi sedili di un minivan diretti a Sam Neua, il naso nei libri ce lo mettiamo sempre; la scoperta della Cambogia in tutte le sue sfaccettature è una passione più forte di ogni cosa. Questa volta vogliamo presentare ai nostri lettori 5 libri sulla Cambogia molto diversi tra loro, che sapranno soddisfare le esigenze più varie ed accontentare sia i lettori spensierati che quelli desiderosi di scavare negli angoli della Storia cambogiana. In fondo un libro è una porta aperta verso un’altra realtà, in questo caso quella di un paese straordinario: la Cambogia.

Zhou Daguan, Memorie sui costumi della CambogiaZhou Daguan, Memorie sui costumi della Cambogia, O barra O: Iniziamo con un grande classico della letteratura sulla Cambogia, scritto ben otto secoli fa. L’autore venne inviato verso la fine del XIII secolo dall’imperatore cinese a svolgere un’ambasciata nell’Impero Khmer, allora al punto più alto della sua civiltà. Zhou Daguan rimase profondamente colpito dalla ricchezza delle terre che attraversò, una volta tornato in Cina trascrisse i suoi appunti di viaggio dando vita all’unica testimonianza conosciuta dell’Impero Khmer di quel periodo, fondamentale ancora oggi per conoscerne gli usi ed i costumi.

King Norodom's Head. Phnom Penh Sights Beyond the GuidebooksSteven Boswell, King Norodom’s Head. Phnom Penh Sights Beyond the Guidebooks NIAS Press: Questo libro è dedicato a tutti coloro che amano Phnom Penh, una città spesso a torto poco apprezzata. Boswell è un professore in pensione che ha scelto di vivervi molti anni fa, dedicandole il suo ultimo libro. Non una semplice guida ma un libro di Storia, un diario e molto altro ancora. Boswell ci porta nella Phnom Penh meno conosciuta, tra aneddoti e vicende misteriose. Non è un caso che questo libro abbia avuto molto successo tra gli stranieri espatriati nella capitale, una città veramente da scoprire.

Un monaco free-lanceFabio Morotti, Un monaco free-lance, Exorma: Inutile negarlo, amare il sudest asiatico significa anche amare un pizzico di follia, a volte ben più di un pizzico. Questo libro ci porta proprio in una dimensione folle dove un etnologo si fa monaco, finendo tuttavia per scorazzare in Asia alla ricerca della libertà interiore tra promesse da mantenere e ragazze che scompaiono. Un libro poliedrico come il suo autore, esperto di cultura e Storia cambogiana, realizzatore di cortometraggi ed autore di un libro dedicato alla danza. Amare la Cambogia non è una questione fredda e grigia, liberate la vostra follia e partite!

Lawrence Palmer BriggsLawrence Palmer Briggs, The Ancient Khmer Empire, White Lotus: Questo è invece un libro totalmente diverso, forse non per tutti. Se volete sapere tutto ma proprio tutto quello che riguarda i templi di Angkor non potrete fare a meno di leggere questo volume, l’opera di una vita scritta da uno studioso che ha dedicato gran parte della sua esistenza alla Storia della Cambogia. Un libro di grandi dimensioni e certamente non semplicissimo, ma che spiega davvero tutto quello che riguarda la Storia, l’architettura ed il significato dei templi khmer. Quando lo sfoglierete lo farete quasi con timore, un timore reverenziale.

l-ambasciata-di-cambogiaZadie Smith, L’ambasciata di Cambogia, Mondadori: Ed eccoci all’ultimo libro consigliato, un romanzo in cui la Cambogia c’entra relativamente. Il libro è infatti una riflessione sul tema dell’immigrazione, su quello che si prova a vivere in un paese straniero, paure e difficoltà comprese. Cambogiana è l’ambascita davanti alla quale passa ogni giorno la protagonista, ma gli argomenti affrontati dall’autrice sono universali e riguardano anche i tanti occidentali partiti verso la Cambogia in cerca di fortuna, un lato di questo splendido paese spesso trascurato. Trasferirsi all’estero non è mai una scelta facile.

Non ci resta che augurarvi una buona lettura ed un buon viaggio in Cambogia!

Share