Per Capodanno TuttoCambogia vi invita… in Thailandia!

Per Capodanno TuttoCambogia vi invita… in Thailandia!

No, non siamo impazziti a causa di un colpo di sole rimediato sui templi montagna di Angkor oppure sulle spiagge delle isole del sud, non siamo nemmeno fuggiti in Thailandia tanto più che una parte della redazione di TuttoCambogia in Thailandia ci vive già. Semplicemente stiamo allargando il ventaglio delle proposte che possiamo offrire ai nostri amati e sempre più numerosi lettori, ma andiamo con ordine. Nel sud est asiatico il capodanno non si celebra a fine dicembre come nella maggior parte dei paesi occidentali, si celebra invece solitamente ad aprile, prima dell’inizio della stagione delle piogge.

Il capodanno cambogiano, in khmer Choul Chnam Thmey, segna infatti la fine del periodo del raccolto, quando i contadini possono godere dei futti delle loro fatiche e di un meritato riposo. Basate sul calendario lunare, le celebrazioni durano normalmente dal 13 al 15 aprile, queste giornate in Cambogia sono festa nazionale. La preparazione di questa festa inizia diversi giorni prima, con la pulizia delle case e l’acquisto di nuove cose, in più vengono preparati gli ingredienti per cibi speciali caratteristici del Chaul Chnam Thmey, come il kralan, una torta di riso e fagioli che si cuoce avvolgendola nel bambù.

La celebrazione del capodanno cambogiano avviene durante tre distinte giornate, ognuna con le sua attività caratteristiche.

Maha Songkran: Questo è il giorno che segna la fine dell’anno vecchio in cui le persone rendono grazie al Buddha inchinandosi tre volte davanti alle sue immagini e bruciando incenso. In questo giorno si usa lavarsi con acqua benedetta dai monaci la faccia il mattino, il petto il pomeriggio ed i piedi la sera.

Vireak Vanabat: Durante il secondo giorno del capodanno è dedicato al ricordo dei defunti e degli antenati, tramite cerimonie che si tengono nei monasteri. In questa giornata si aiutano anche i più bisognosi, come gli invalidi oppure i poveri in modo che possa essere una festa felice anche per loro.

Vara Loeng Sak: Infine durante il terzo giorno si usa bagnare le statue del Buddha nei templi, così che l’acqua faccia scorrere via tutte le cattive azioni della popolazione. Ai più piccoli è affidato il compito di bagnare anche gli anziani, con acqua profumata così da ricevere buona fortuna per il resto dell’anno.

capodanno cambogiano 2Tra le altre tradizioni tipiche del capodanno khmer abbiamo quella di costruire nei templi delle collinette di sabbia rappresentanti lo stupa di Tavatimsa, dove sono sepolti i capelli ed i diademi del Buddha. Il capodanno oltre che un’importante ricorrenza religiosa è comunque anche un momento di festa, come dimostrano i vari giochi che si tengono in questo periodo. Tra questi abbiamo il Chol Chhoung, giocato da gruppi di 20 ragazzi e ragazze, oppure il Leak Kanseng dove gruppi di bambini siedono in circolo mentre uno di loro cammina intorno intonando una canzone. Ma i giochi sono davvero molti e diversi.

Come detto, il capodanno si festeggia in tutto il sudest asiatico, chiamato Pi Mai in Laos e Songkran in Thailandia. Le celebrazioni si svolgono in maniera più o meno simile, avendo come elemento caratteristico quello che in Khmer si chiama Sraung Preah, ossia il già citato uso dell’acqua come elemento di purificazione. In Thailandia il Songkran diventa una vera e propria battaglia d’acqua, che si affianca alle più tradizionali attività nei templi per acquisire merito ed onorare gli antenati. Nelle città thailandesi le strade più grandi vengono chiuse e diventano vere e proprie arene dove l’acqua domina.

capodanno cambogiano 3Le persone si divertono, armate dei mezzi più micidiali, dai classici secchi e gavettoni fino a fantascientifici bazooka. Un giorno di festa in cui lasciarsi andare, pronti a bagnare e farsi bagnare senza arrabbiarsi. Visitare la Thailandia in questo periodo può essere molto divertente, anche per il fatto che il capodanno cade nel mese più caldo dell’anno. Se siete in Cambogia potreste fare qualche giorno in Thailandia, magari al mare, oppure viceversa raggiungere Siem Reap dove si tiene l’Angkor Sankranti, una festa di capodanno speciale organizzata dalle associazioni giovanili della zona.

Per poter permettere ai nostri lettori di fare questa esperienza TuttoCambogia ha messo a punto con i suoi partner locali una proposta che si affianca ai nostri tradizionali tour in Cambogia, che potete trovare sul sito oppure contattandoci. Appositamente per il Songkran vi offriamo la possibilità di passare 8 giorni a Krabi a costi davvero bassi, dall’8 al 15 aprile, festeggiando il capodanno e potendo scegliere tra una selezione di escursioni tra cui la classica Phi Phi Island, una giornata nella giungla oppure delle più rilassanti esperienze di aromaterapia e idroterapia. Davvero molto tra cui scegliere!

Per ogni informazione contattateci e… Buon capodanno!

Share