Au Paradis Bleu di Kep, relax, relax ed ancora relax

Au Paradis Bleu di Kep, relax, relax ed ancora relax

A Kep ci si rilassa, in questa piccola cittadina sulla costa cambogiana non c’è davvero molto da fare se non crogiolarsi al sole. Al tempo della colonizzazione francese Kep era addirittura conosciuta come la Saint Tropez del sud-est asiatico, ma di quel tempo resta poco, se non le ville coloniali abbandonate e spesso in rovina ed i larghi vialoni che costeggiano il mare. Kep ha subito pesantissime conseguenze dal regime dei khmer rossi, anche per via della sua vicinanza al confine con il Vietnam, ma oggi la città prova a rialzarsi.

au paradise blue kep 1 tuttocambogiaSebbene siamo lontani dagli obiettivi che Kep si pone, vale a dire rubare la palma a Sihanoukville di città di mare della Cambogia, tuttavia questa rilassata cittadina è davvero una valida alternativa. Se non amate la massa, le spiagge troppo affollate ed un turismo troppo giovane e chiassoso, allora Kep è davvero l’ideale per voi. Incastonato in un angolo della Cambogia è un posto di mare all’antica dove il silenzio vi farà compagnia.

Le spiagge migliori di Kep non sono a Kep, ma sulle isole di fonte alla cittadina, su tutte l’isola dei conigli (Rabbit Island) raggiungibile in meno di un’ora. Proprio a poche centinaia di metri dal molo dove attraccano le barche per le isole c’è l’hotel Au paradis bleu, una struttura molto interessante. Gestito da una famiglia franco-khmer (una giovane coppia più la suocera) questo albergo ha la tipica architettura moderna molto in voga in Cambogia, specie per quanto riguarda banche ed alberghi di alto livello.

au paradise blue kep 3 tuttocambogiaLe camere sono grandi ed accoglienti, la hall è spaziosa e soprattutto c’è una piscina davanti all’ingresso, ornata da numerose piante e dotata di sdraio ed ombrelloni, che permette agli ospiti di godersi un meritato relax. La zona in cui si trova questa struttura non è centrale, sebbene a Kep non esista un centro vero e proprio se non intorno alla Keap Beach, ma la vicinanza al molo lo rende davvero molto comodo per recarsi sulle isole, dove troverete un ambiente dal sapore tropicale che non vi lascerà di certo delusi.

Nei pressi dell’albergo parte anche uno dei sentieri che portano verso il vicino parco nazionale, dove sarete immersi nella giungla per un trekking adatto a tutti, ci sono infatti diversi percorsi con vari gradi di difficoltà. Kep è inoltre molto vicina a Kampot, circa mezz’ora di strada, dove potrete recarvi quando vorrete trovate una vita più cittadina o fare acquisti. A Kep non ci sono molti mezzi di trasporto, ma nemmeno troppi posti dove andare, camminare verso la spiaggia sarà più che sufficiente.

au paradise blue kep 2 tuttocambogiaLa famiglia che gestisce l’Au paradis bleu è estremamente gentile e saprà aiutarvi in ogni situazione, dandovi delle biciclette o preparandovi una cena anche se siete gli unici ospiti. I progetti di questo albergo sono ambiziosi, come quelli della stessa Kep, visto che sul tetto è in costruzione il ristorante panoramico! Una visita al Au paradis bleu, magari per sfuggire le folle di Sihanoukville è un’ipotesi da prendere seriamente in considerazione, soprattutto se quello che cercate è un relax completo ed assoluto!

Share